I DUELLANTI

 Registrazioni chiuse
Categoria
teatro di prosa
Data
28 Febbraio 2017 21:00
di Joseph Conrad
Traduzione e adattamento Francesco Niccolini
Drammaturgia Alessio Boni, Roberto Aldorasi, Marcello Prayer, Francesco Niccolini
Regia Alessio Boni, Roberto Aldorisi

con Alessio Boni, Marcello Prayer, Francesco Meoni, Federica Vecchio (violoncellista)

Luci Giuseppe Filippino
Scene Massimo Troncanetti
Costumi Francesco Esposito
Musiche Luca D'Alberto

Produzione Goldenart Production

I Duellanti mostra quanto sia impossibile dare una risposta univoca alla domanda. Perché un duello può durare poco più del tempo necessario a estrarre le sciabole e procurare all'avversario una ferita troppo profonda per continuare, oppure, all'opposto, può durare vent'anni. O ancora, giusto il tempo perchè fuori da un bosco i due padrini di uno dei duellanti, mentre attendono gli sviluppi di quello che sta accadendo tra gli alberi possano provare a ricostruire la misteriosa vicenda che lega due ufficiali dell'esercito napoleonico, Armand D'Hubert e Gabriel Florian Feraud. Sono proprio loro due che, nel bosco, e lungo vent'anni, non smettono mai di duellare. E sono sempre loro due che a cavallo o su un prato, si infilzano con sciabole e fioretti. Hanno iniziato quando erano tenenti, dopo un banale battibecco, e non hanno più smesso. D'Hubert, ben visto dai suoi superiori, elegante uomo del nord, e Feraud, il guascone che odia i damerini ruffiani e cicisbei, come il suo avversario: il primo sempre più disincantato dalle imprese e dalle disfatte napoleoniche, il secondo fedele ogni ragionevole dubbio all'imperatore, nella buona e nella cattiva sorte. Di duello in duello, D'Hubert e Feraud partecipano alla conquista dell'Europa e all'ascesa di Napoleone, poi vivono sulla loro pelle la disfatta di Russia, senza mai smettere di trovare occasioni per duelli che, di volta in volta, si fanno sempre più epici per tutta l'Armata, soprattutto perchè nessuno conosce i motivi profondi della contesa: una donna? Napoleone?

BIGLIETTI
PLATEA
PALCHI
LOGGIA E LOGGIONE
€27,00   Ridotto*: €20,00   Ridotto**: €15,00
€23,00   Ridotto*: €20,00   Ridotto**: €15,00
€15,00
I biglietti sono disponibili presso la biglietteria del Teatro Sociale (martedì e giovedì dalle 10.30 alle 12.30, mercoledì e venerdì dalle 17.00 alle 19.00 e il giorno dello spettacolo dalle 17.00 alle 19.00 e un'ora prima dell'inizio) e sul circuito Anyticket. Il Carnet è in vendita solo presso la biglietteria del Teatro dal 20 Settembre 2016.

*I biglietti ridotti sono riservati ai G.O. e alle Associazioni convenzionate con il Teatro
**Allievi e scuole di teatro


RITIRO BIGLIETTI ACQUISTATI ON LINE (PLATEA, LOGGIA E LOGGIONE)
I biglietti acquistati online possono essere ritirati in qualunque momento, dal giorno successivo all'acquisto, indipendentemente da chi lo ha effettuato, presso la biglietteria del Teatro negli orari di apertura compresa la sera dello spettacolo, presentando la ricevuta d'ordine inviata via mail dal sistema.

PRENOTAZIONE PALCHI
È possibile effettuare la prenotazione di un palco telefonando al numero 0376 197 4836 negli orari di apertura del botteghino del Teatro o recandosi in biglietteria. I biglietti per i palchi prenotati dovranno essere ritirati e acquistati tassativamente presso la biglietteria del Teatro mercoledì 22 Febbraio 2017 dalle 17.00 alle 19.00. Il palco prenotato verrà assegnato tra i palchi liberi e in base all'ordine di prenotazione. I palchi non prenotati e rimasti liberi saranno in vendita online da 7 giorni prima dello spettacolo.
 
 

Stagione Teatrale 2019.20

Scarica il PROGRAMMA della Stagione Teatrale 2019.20 cliccando sul bottone qui sotto.

Affittare le sale

Vuoi affittare una sala, il Ridotto o tutto il Teatro per il tuo evento?

Bisogno di aiuto?

In qualsiasi momento puoi rivolgerti al Box Office del Teatro Sociale cliccando sul bottone qui sotto.

Torna su